Riscaldatore di tabacco: perché non è una sigaretta elettronica

Anche se a prima vista possono sembrare due dispositivi simili tra loro, il riscaldatore di tabacco e la sigaretta elettronica non sono la stessa cosa: non solo, infatti, utilizzano due tecnologie differenti, ma offrono anche esperienze di tabacco totalmente diverse.

Cerchiamo allora di approfondire l’argomento, per fare chiarezza sui dispositivi per il tabacco riscaldato e consentire ad ogni utilizzatore di trovare il dispositivo adatto alle proprie esigenze.

Le differenze tra riscaldatore di tabacco e sigaretta elettronica

Nonostante siano accomunate dall’assenza di combustione, di fumo e di cenere, i dispositivi per tabacco riscaldato e le sigarette elettroniche funzionano in modo diverso.

I dispositivi scalda tabacco come glo™ hyper+, ad esempio, si avvalgono di una tecnologia a riscaldamento termico (Induction Heating Technology) per scaldare veri stick di tabacco fino ad una temperatura di 260°, senza mai bruciarli e quindi senza attivare il processo di combustione.

Le sigarette elettroniche, invece, sono dei vaporizzatori che scaldano il liquido di ricarica contenuto al loro interno e generano un vapore più o meno denso, che può essere inalato attraverso il bocchino.

Gli stick di ricarica del riscaldatore di tabacco

Proprio perché si tratta di dispositivi diversi, i dispositivi a tabacco riscaldato e la sigaretta elettronica funzionano ciascuna con le proprie cartucce di ricarica.

Il riscaldatore di tabacco prevede l’utilizzo di stick di vero tabacco, che somigliano molto alle sigarette tradizionali sia per forma che per sensazione a contatto con le labbra.

Gli stick per glo™ hyper+, ad esempio, sono disponibili in otto aromi, dal tabacco classico a quelli fruttati. Ogni stick ha una durata di 3 o 4 minuti, similmente a una sigaretta tradizionale, ma può anche essere utilizzato in modalità boost per un’esperienza più intensa.

I liquidi per le sigarette elettroniche

La sigaretta elettronica funziona, invece, con i liquidi di ricarica. La caratteristica principale che li differenzia dagli stick è che non contengono tabacco, e possono contenere nicotina in concentrazioni diverse (o non contenerla affatto). Ogni dispositivo prevede l’utilizzo di liquidi specifici che, in genere, contengono glicerolo o glicerina vegetale, propilene glicolico, acqua, aromi alimentari e, a seconda del tipo di liquido, nicotina.

Una volta acceso il dispositivo, basta appoggiare le labbra al filtro e inalare, generando vere e proprie nuvole di vapore di diversa densità. La durata delle ricariche varia a seconda della tipologia e della quantità di liquido contenuto in ogni cartuccia.

Dove acquistare gli stick di tabacco riscaldato

Al pari di qualsiasi prodotto per fumatori, anche gli stick per dispositivi senza combustione possono essere acquistati direttamente in tabaccheria.

I dispositivi scalda tabacco, invece, si possono acquistare presso rivenditori autorizzati o proprio qui, comodamente dallo shop online glo™: una volta ricevuto il prodotto a casa è possibile registrarlo sul sito per ricevere un servizio di assistenza tecnica dedicata e rimanere aggiornati su tutte le nostre novità.